L'Artista

Aldo Boscolo nasce nell'isola di Murano il 06 Marzo 1989. Sin dall'infanzia la sua principale dote risiede nella manualità, che si adattava ad un qualsiasi materiale. Nel crescere intraprende la strada da meccanico, ben lontana all'apparenza da quella che ora è diventata la sua più grande Arte, "Il Vetro". Col passare degli anni si diletta sempre più nella meccanica accrescendo inconsapevolmente la destrezza nelle sue mani. Si avvicina poi alla fisica, altra sua immensa passione, se non dote naturale nell'apprenderla e usarla a suo piacimento. Proprio durante il periodo in cui si affianca maggiormente alla fisica gli si presenta un materiale che lo attrae particolarmente, "Il Vetro".

Noto quest'ultimo nel richiedere conoscenza più assoluta delle sue proprietà da parte di chi lo lavora. Trasportato dalla spirale di nuove informazioni decide di affiancarsi ad un grande amico "Igor Balbi" riconosciuto tra i migliori Maestri Vetrai presenti nell'isola di Murano. Da lì oltre al consolidarsi d'un amicizia, si ancora dentro Aldo la conoscenza del vetro, che lo porterà alla realizzazione di alcuni dei pezzi più artistici dell'isola. All'età di soli ventinove anni decide di aprire un Atelier insieme alla sua compagna di vita,Marta Rossetto, nel quale poter lavorare e dimostrare al pubblico come si comporta il vetro, ed allo stesso tempo dare la possibilità ad essi di acquistare pezzi unici creati davanti ai loro occhi e su misura. In questo risiede una delle sue brillanti idee: "da produttore a consumatore con osservazione e collaborazione da parte del cliente per il proprio acquisto".

Our Art

“L'arte è lo sforzo incessante di competere con la bellezza dei fiori - e non riuscirci mai.”  Marc Chagall

Neruda

Eseguita dal maestro vetraio Aldo Boscolo, Ideata dalla designer Marta Rossetto. Quest'opera dal titolo antitetico nasce per scalzare dalla psiche dell'essere umano in questo periodo storico, l'ormai radicato senso di litania verso gli avvenimenti avversi.

L' artista ricerca un nuovo senso dell'io attraverso la movenza del vetro, materiale duttile e plasmabile all' apparenza, ma che necessita di un estrema costanza nell' apprendimento delle sue movenze e tensioni. Come un cavallo da domare, il vetro per il suo maestro va inizialmente compreso e portato con delicatezza, verso le forme ricercate , per essere infine saldamente fermato al punto preciso in cui l'idea e la mente dell'artista si fonde con ciò che il vetro mostra in quel preciso istante.

Aironi

Sculture ridimensionateEseguite con la tecnica della lavorazione a lume.
Maestro Vetraio Aldo Boscolo.
La ricerca dei colori è stata eseguita tramite uno studio della laguna da parte della Designer Rossetto Marta.
In esso cercava sfumature  da poter ricreare con il vetro per portare i meravigliosi colori del luogo circostante nel Vetro.

Carsismo Vitreo

Opera esposta alla Jewellery Week a VeneziaDesigner Marta Rossetto
Maestro Vetraio Aldo Boscolo

Aldo Boscolo desiderava creare un gioiello unico e la designer marta rossetto ha progettato questa collana portando il maestro al confine ,facendogli dolcemente superare il limite nel quale il vetro se non rientra esplode.

Creando un gioiello pronto al primo fuoco, senza necessità di entrare in muffola sebbene la sua sottigliezza e fragilità normalmente lo richiedano,

rispecchiando la forza della trasgressione nel movimento quando viene indossata, con l'aspettativa di una frattura , mentre essa si comporta proprio come "un' onda di poca memoria".

Il nome che in seguito rappresenta la collana è quello di Carsismo Vitreo ,in quanto ogni singolo vetro ricorda una delle più conosciute forme di carsismo in natura le stalattiti.